Grazie alla delibera n. 568/2019/R/eel introdotta lo scorso 27 dicembre, le agevolazione per tutti i clienti domestici che vogliono aumentare la potenza del proprio contatore fino ad un massimo di 6 kW sono state rinnovate fino al 31 dicembre 2023.
La possibilità di “modulare” la potenza del contatore secondo le proprie esigenze, sia in aumento che in diminuzione, a costi ridotti era possibile già dal gennaio 2017. L’Autorità di Regolazione per
Energia, Reti e Ambiente (ARERA) da deciso di prorogare queste agevolazioni per altri 4 anni.
Chi volesse aumentare il proprio confort e la propria efficienza energetica installando nuove apparecchiature elettriche (Ex: pompe di calore, piastre ad induzione, punti di ricarica per la propria auto elettrica) o semplicemente risparmiare in bolletta riducendo la potenza del contatore a fronte del fatto che non si utilizza a pieno la potenza che è stata contrattualmente impegnata, potrà godere dei benefici quali l’azzeramento del contributo in quota fissa a copertura degli oneri amministrativi dovuti al distributore per le richieste di variazione di potenza e la riduzione di quasi il 20% del contributo richiesto per ogni kW di potenza aggiunto.
Dopo aver verificato nella bolletta sotto la dicitura “Dati fornitura” quale sia la potenza effettiva del proprio contatore della luce, è sufficiente fare apposita richiesta al proprio venditore, sia che esso operi in maggior tutela o nel
mercato libero. Il venditore trasmetterà, una volta perfezionata, tale richiesta al distributore locale.
Il fornitore è obbligato a comunicare i tempi massimi dell’intervento.

Share This