La batteria litio-aria sarà la batteria  del prossimo futuro ad elevata efficienza e lunga durata.
10 volte più potente di una moderna batteria agli ioni di litio, si carica in metà del tempo, pesa l’80% in meno e costa solo un quinto rispetto quella delle batterie agli ioni di litio oggi in commercio.
Caratteristiche queste che consentirebbero a tale batteria quando verrà messa in vendita di dare una notevole sferzata al mercato delle auto elettriche. E non solo. Aiuterà notevolmente il settore degli smartphone, dei tablet e dei notebook.
A fronte di tanti vantaggi corrispondono però notevoli svantaggi attinenti ad un elevato accumulo di rifiuti difficili da smaltire e da una depauperazione di preziosi metalli.
Ma come funziona? Nelle batterie litio-aria il litio metallico dell’anodo o del catodo reagisce con l’ossigeno dell’aria e l’energia viene immagazzinata nei legami di un ossido, in particolare (nelle versioni realizzate finora), del perossido di litio, sostanza insolubile che con il tempo crea una sorta di incrostazioni sugli elettrodi.
Un prototipo è già stato sviluppato da un team dell’Università di Cambridge. Tale batteria ha dimostrato un’elevata densità energetica e può essere caricata più di 2000 volte oltre ad essere particolarmente più leggera.
Utopico comunque pensare ad un passaggio a questa nuova tecnologia dall’oggi al domani. Nonostante ci sia molto fermento sulla tecnologia, ci vorranno almeno 10 anni prima di riuscire a risolvere tutte le problematiche che la batteria litio-aria comporta e perché si vedano i primi usi in ambito commerciale.
Di sicuro questa la batteria sostituirà l’abusatissima sorella agli ioni di litio.

Share This