Buone notizie per le piccole e medie imprese venete.
Dal 2 novembre potranno essere presentate le domande per la partecipazione al bando da poco emanato dalla Regione Veneto che prevede l’erogazione di contributi fino a 6 milioni di euro finalizzati a migliorare l’efficienza energetica del ciclo produttivo delle PMI e valorizzare le fonti rinnovabili.
Gli incentivi sono volti alla copertura del 30% dei costi necessari alla realizzazione di Diagnosi Energetiche e interventi di efficientamento energetico in grado di generare un risparmio pari almeno al 9% dei consumi aziendali.
Non potranno essere presentate domande di partecipazione i cui progetti comportano spese ritenute ammissibili per un importo inferiore a 80.000 euro.
Gli interventi dovranno puntare anche alla riduzione delle emissioni di gas climalteranti e alla valorizzazione delle fonti rinnovabili per concorrere a raggiungere gli obiettivi di strategia Europa 2020 e del Piano Energetico Regionale.
Il provvedimento fa riferimento all’azione 4.2.1 del POR FESR 2014-2020 che prevede “Incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive compresa l’installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l’autoconsumo, dando priorità alle tecnologie ad alta efficienza”.
Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 10.00 del giorno 2 novembre 2017, fino alle ore 18.00 del 9 gennaio 2018. I progetti finanziati dovranno essere conclusi e operativi entro il termine perentorio del 14 dicembre 2018.

Per ulteriori dettagli: http://www.cnaasolo.it/wordpress/wp-content/uploads/2017/06/771_AllegatoA_346471-2.pdf

Share This