L’eterna guerra tra Samsung ed Apple è ormai storia vecchia.
Ma per l’Apple i guai non finiscono mai. Una nuova battaglia legale si profila all’orizzonte, ma questa volta con Nokia.
Recentemente l’azienda finlandese, prossima al ritorno nel mercato smartphone, ha fatto causa alla società di Cupertino, che avrebbe infranto ben 32 brevetti.
Il procedimento legale di Nokia deriva da controversie in merito agli esistenti accordi relativi alle commissioni sul licensing tra le due aziende.
Le cause di Nokia, depositate nei tribunali a Dusseldorf, Mannheim e Monaco di Baviera, in Germania e alla Corte Distrettuale degli Stati Uniti , coprono brevetti per display, interfacce utente, software, antenne, chipset e di codifica video.
Nokia, ha spiegato Ilkka Rahnasto, capo del settore brevetti di Nokia, “ha creato o contribuito a creare molte tecnologie fondamentali usate nei dispositivi mobili di oggi, inclusi i prodotti Apple. Dopo vari anni di negoziati per cercare di raggiungere un accordo che coprisse l’uso da parte di Apple di quei brevetti, ora ci muoviamo per difendere i nostri diritti”.
“Nokia”, si legge invece nella risposta di Apple, “ha cominciato a individuare cospiratori compiacenti avviando un illegale trasferimento in massa di brevetti; tale schema è proseguito fino ad oggi. La forza trainante della strategia Nokia ha permesso di diffondere il suo portafogli brevetti mettendolo nelle mani di entità (non praticanti, ndr) che reclamano brevetti”.
In realtà la disputa tra Apple e Nokia non è iniziata ora ma risale addirittura al 2011, quando le due aziende sembrava avessero posto fine ad una prima disputa tramite un accordo.

Share This