Uno studio condotto da ricercatori delle università di Alberta in collaborazione con l’Università di Toronto sta sviluppando una nuova batteria quantistica che non perde la carica.
Questa batteria non esiste ancora, ma ricerca fornisce una dimostrazione teorica che la creazione di una batteria quantistica “eccitonica” senza perdite è possibile.
La natura eccitonica della batteria significa che può essere caricata eccitando i suoi elettroni con la luce.
Per realizzare la loro idea, il team di ricerca ha considerato un modello di rete quantistica aperta con elevata simmetria strutturale come una piattaforma per immagazzinare energia eccitonica.
Utilizzando questo modello, hanno dimostrato che è possibile immagazzinare energia senza alcuna perdita, nonostante sia aperto a un ambiente.
I ricercatori hanno teorizzato che la batteria è resistente alle perdite di energia grazie al fatto che l’accumulatore è tenuto all’interno di una rete quantistica che può essere aperta solo quando serve rilasciare energia.

Gabriel Hanna dell’Università di Alberta sottolinea come :”le batterie che ci sono più familiari, come quella agli ioni di litio che alimenta i nostri smartphone, si basano su principi elettrochimici classici, mentre le batterie quantistiche si basano esclusivamente sulla meccanica quantistica“.

Se riusciranno a costruirla, potrebbe diventare una svolta rivoluzionaria nell’accumulo di energia.
Una tale batteria potrebbe un giorno essere un componente chiave di molti dispositivi quantistici.

 

Share This