-27% è la percentuale delle immatricolazioni delle auto alimentate diesel di marzo di quest’anno rispetto allo stesso mese del 2018.
+35% invece le vendite dei modelli a benzina in Italia, tra i carburanti alternativi, il Gpl segna un leggero incremento in (+2,7%) mentre il metano cala vistosamente.
Va detto però che il mercato dell’auto, in generale, non se la passa bene.
E le auto elettriche? Crescono del 47% anche se la quota sul mercato complessivo rimane molto bassa in termini assoluti (0,5-0,6%).
il mercato dei modelli elettrici e ibridi in Italia stenta a decollare, il motivo principale? Il prezzo ancora troppo alto.
U
na ricerca dell’Osservatorio italiano dell’istituto di credito Findomestic dimostra come il 91% degli intervistati abbia affermato che nonostante l’incentivo dell’Ecobonus (anche se manca ancora ill decreto attuativo che consentirebbe l’erogazione degli incentivi per l’acquisto di auto elettriche), il prezzo di commercializzazione dei modelli elettrici sia ancora troppo elevato.
Lo scenario nei prossimi anni potrebbe cambiare rapidamente.
Gli addetti ai lavori sono certi che gli sviluppi tecnologici decreteranno il successo definitivo dell’auto elettrica, soprattutto per quel che riguarda l’autonomia.
L’obiettivo è di superare l’attuale traguardo dei 300 km, possibilmente con la speranza che la produzione energetica necessaria al fabbisogno possa provenire sempre più da fonti alternative ai combustibili fossili.

Share This