Come ormai è ben noto, il problema degli impianti fotovoltaici ed eolici è di garantire la continuità delle forniture di elettricità ventiquattr’ore su ventiquattro ed in qualsiasi condizione atmosferica.
I ricercatori del MIT (Massachusetts Institute of Technology) propongono un progetto per un sistema di stoccaggio dell’energia proveniente da fonti rinnovabili che permetterebbe di immagazzinare energia solare ed eolica sotto forma di silicio liquido incandescente (quasi 2.400°C), conservato in serbatoi fortemente isolati, e sfruttare la luce di questa incandescenza per ottenere elettricità attraverso il fotovoltaico e l’eolico.
Parliamo di TEGS-MPV,
Thermal Energy Grid Storage-Multi Junction Photovoltaics, concept di “batteria solareche invece di usare campi di specchi e una torre centrale per concentrare il calore, propongono di trasformare l’energia elettrica prodotta da qualsiasi fonte rinnovabile, in energia termica.
l team che sta lavorando al progetto sostiene che uno di questi sistemi TEGS-MPV potrebbe essere sufficiente per alimentare 100.000 abitazioni.
L’ idea del MIT è ancora in fase sperimentale, ma rappresenta un approccio davvero innovativo 
che promette di rivoluzionare l’energy storage.

.

Share This