Il Veneto è oggi la seconda regione in Italia per numero di impianti fotovoltaici installati, solo nei primi tre mesi del 2019 il Veneto ha realizzato 14,5 MW di nuovi progetti.
La regione non si ferma e la giunta il 28 maggio ha dato il via libera al nuovo bando dedicato ai prosumer residenziali in cui mette a disposizione 2 milioni di euro a sostegno di quei cittadini che intendono acquistare ed installare sistemi di accumulo di energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici di utenza domestica.
Tutti gli interventi dovranno essere realizzati e rendicontati entro il 13 dicembre 2019.
Il bando prevede
l’assegnazione di un contributo a fondo perduto, con un importo massimo concedibile pari a 3.000 euro e variabile fino al 50% delle spese sostenute per l’acquisto e l’installazione di sistemi di storage.
Roberto Marcato, assessore veneto all’energia, si dice soddisfatto “del primo via libera a questa importante delibera in tema di consumo energetico e sostenibilità: è un intervento che, fornendo un incentivo direttamente al privato cittadino, consente, tra l’altro, di aumentare l’autoconsumo di energia e di supportare la stabilità della rete nell’ottica di un complessivo aumento della generazione distribuitaSiamo certi – ha sostenuto Marcato – che produrrà anche un effetto volano sul tessuto produttivo sia in Veneto che fuori regione”.
L’iter di approvazione del bando prevede ora il passaggio in III Commissione Consiliare. Acquisito il parere della Commissione, la delibera tornerà alla Giunta regionale per il via libera definitivo alla pubblicazione del bando.

Share This