Se voleste finanziare anche con piccole somme imprese che si dedicano allo sviluppo di progetti nei settori dell’energia, dell’ambiente e del territorio ed investimenti sostenibili, oggi è possibile grazie alla recente nascita di Ecomill, la prima piattaforma italiana di equity crowdfunding.

Ideata dall’unione delle menti di Fabio Malanchini (esperto di finanza sostenibile) e Chiara Candelise (autrice del primo studio europeo sul crowfunding nel mondo dell’energia) è stata presentata ufficialmente lo scorso 10 aprile a Milano.
Ecomill vuole essere il punto di riferimento in Italia per chi è in cerca di opportunità di investimento nel settore energetico e ambientale offrendo la possibilità di investire in modo disintermediato anche piccole somme di denaro in imprese, start-up e progetti innovativi e contibuendo contribuire direttamente alla transizione energetica e alla riduzione della dipendenza dalle fonti fossili.


 “
Il crowdfunding nell’energia è una interessante applicazione dello strumento, che in Europa ha raccolto oltre 300milioni di euro, e l’equity crowdfunding è in forte espansione in Italia, con un tasso di crescita annuale nel 2018 di oltre il 200%. In Ecomill vediamo la concreta possibilità di incrementare notevolmente l’utilizzo di equity crowdfunding in Italia su progetti nel settore energia e ambiente” spiega alla stampa proprio Chiara Candelise, CEO di Ecomill.
“Pensiamo che ci sia grande spazio per una piattaforma di crowdfunding in grado di proporre investimenti sostenibili in modo disintermediato per una varietà di progetti legati alla generazione di energia rinnovabile, all’efficienza energetica, all’economia circolare e all’ambiente”, ha agginto Malanchini “Investimenti che possono generare rendimenti interessanti dato il profilo di rischio e allo stesso tempo contribuire alla transizione energetica e alla salvaguardia dell’ambiente”.

 

Share This