Era prevista per il1 luglio 2019 la fine per il regime di Maggior Tutela ed il superamento della progressività delle componenti tariffarie a copertura degli oneri generali.
Il superamento delle tariffe tutelate è stato nuovamente posticipato al 1 luglio 2020.
Un processo di liberalizzazione totale del mercato che ebbe inizio con la Legge 4 agosto 2017 n.124 e che vedeva nel 2019 l’attuazione del terzo e definitivo step.
Una scelta, spiega il sottosegretario allo sviluppo economico Davide Crippa “indispensabile considerando che non sussistono le necessarie garanzie di informazioni per i consumatori, di mercato, di competitività e di trasparenza”.
Non ci sarebbe quindi sufficiente chiarezza in merito al sistema di offerte per i clienti con il rischio di pratiche commerciali scorrette da parte degli operatori impegnati nel settore dell’energia, e la riattivazione degli oneri generali, congelati negli ultimi 2 trimestri del 2018, andrebbero a gravare ulteriormente nelle bollette delle famiglie.
Con la delibera 626/2018/EEL l’Autorità ha rinviato  di un ulteriore anno il completamento della riforma delle tariffe elettriche.
Via libera quindi all’emendamento firmato M5S e Lega che rinvia al 1° luglio 2020 la fine dei prezzi di maggior tutela per l’energia elettrica e il gas con lo scopo di correggere alcuni contenuti della riforma.
Ci sarà quindi un anno in più per i consumatori , che non hanno ancora aderito al mercato libero, per continuare a usufruire delle tariffe luce e gas stabilite dall’Authority di settore, Arera.

Share This