Grande sfida per Volkswagen: produrre un modello di auto elettrica che costi non più di 20mila euro.
Volkswagen vuole diventare uno dei principali competitor sul mercato elettrico convertendo tre fabbriche in Germania impegnate nella produzione di “auto tradizionali” alle sole auto elettriche, salvaguardando così anche molti posti di lavoro.
Un’accelerazione verso l’elettrificazione della propria gamma nella nuova strategia del marchio tedesco, rendendo l’acquisto delle auto ad emissione 0 conveniente al pari di un’auto tradizionale e mantenendo un buon standard di qualità.
Rendere competitivo l’elettrico prezzandolo come un Diesel.
Domani in casa Volkswagen si terrà una riunione specifica del consiglio di vigilanza in cui verranno discussi i piani iniziali di produzione.
Tra gli obiettivi della nota casa automobilistica, l’introduzione sul modello “entry level” I.D. della piattaforma Web e l’immissione nel mercato di circa 200.000 di questi veicoli elettrici a basso costo già nel 2020.
Altri due anni di attesa per questa vettura elettrica che potrebbe chiamarsi I.D. Neo.
In attesa la Casa tedesca sta cercando di spingere le vendite delle due elettriche attualmente in gamma. Ovvero le versioni con motore a batterie della Golf e della Up.
È sempre più evidente che Volkswagen mira a diventare da più grande produttore europeo di auto con alimentazione tradizionale, a miglior costruttore di auto elettriche per il mercato di massa.

Share This