L’illuminazione nelle sue diverse accezioni è responsabile ogni anno di oltre 32 TWh di consumi elettrici ed è soprattutto una componente indispensabile del comfort di qualsiasi edificio – spiega Vittorio Chiesa, Direttore dell’Energy&Strategy Group nel rapporto “Efficient & smart lighting report” del Politecnico di Milano– e tuttavia è ancora troppo bassa la sensibilità dei proprietari di impianti, in tutti i comparti, dal residenziale alla PA, dall’industria al commercio, sulle potenzialità di efficientamento e soprattutto di utilizzo ‘smart’  delle illuminazioni. Una sensibilità ridotta che rischia di far perdere oltre 1,6 miliardi di mercato e che quindi è necessario affrontare”.
Eppure nello stesso report si illustra come il mercato dei LED e dei sistemi smart applicati all’illuminazione in Italia da qui al 2020 crescerà con percentuali a due cifre.
Le previsioni di crescita per il mercato dei LED sono decisamente ottimistiche. La tecnologia di illuminazione a LED è sempre più diffusa e accessibile, e, secondo gli analisti, il valore di questo mercato potrebbe superare i 3,3 miliardi di euro.
A queste cifre vanno aggiunti 140 milioni di euro di soluzioni smart per l’illuminazione.
Nel 2020 si prevede che saranno circa 400 milioni le sorgenti luminose LED nella case degli italiani. In ambito industriale/terziario i valori in gioco saranno compresi tra i 350 e i 370 milioni di euro.
Un potenziale scenario prevede che entro il 2020 le fonti luminose siano costituite al 100% da led in tutti i settori, mentre le soluzioni smart si attestino al 10% per le abitazioni residenziali, il terziario commerciale e la pubblica illuminazione, al 5% per l’industriale e al 15% per gli uffici.
La tecnologia led è la più versatile e più energeticamente efficiente oggi a disposizione e potrà contribuire a far crescere il giro d’affari mondiale dell’alimentazione a LED fino a 13,1 miliardi di dollari entro il 2021.

Share This