La nota casa automobilistica Volkswagen ha firmato per un rifornimento di batterie elettriche da circa 50 miliardi di euro di batterie elettriche al fine di presentare quest’anno nel mercato automobilistico tre nuovi modelli di auto elettriche e fronteggiare l’aggressiva concorrenza di Tesla.
Fra i futuri fornitori ci sarà il produttore cinese CATL.
A confronto dei 17,5 miliardi di dollari spesi da Tesla dello scorso anno, Volkswagen ha definito il suo investimento una delle più grandi iniziative di acquisto nel settore automobilistico.
A partire dal prossimo anno, il gruppo tedesco intende distribuire 12 marchi di veicoli alimentati a batteria elettrica, praticamente uno per ogni mese. L’amministratore delegato Matthias Mueller alla conferenza stampa annuale dell’azienda ha dichiarato “È così che intendiamo offrire la più grande flotta di veicoli elettrici del mondo.”
L’obiettivo del produttore tedesco è di vendere entro il 2025 almeno un milione di auto elettriche all’anno.
La pressione dovuta allo scandalo per l’imbroglio del diesel, scoppiato a settembre 2015, ha probabilmente influenzato in modo significativo sulle scelte dell’ azienda di puntare all’elettrico. Volkswagen sta istituendo un sottomarca indipendente per veicoli alimentati a batteria e prevede l’apertura di 16 fabbriche dedicate alla produzione di veicoli elettrici entro la fine del 2022.
Già ad aprile Volkswagen intende iniziare presso l’impianto pruduttivo di Dresda la produzione della e-Golf, la versione elettrica della Golf.
A scommettere sui tedeschi c’è anche Wall Street, che ad inizio settimana ha fatto lievitare le azioni del Gruppo Volkswagen a fronte di un netto calo delle azioni Tesla,

 

 

 

Share This