L’Unione europea ha deciso di finanziare 873 milioni di euro per la realizzazione di 17 i progetti dedicati all’ implementazione di infrastrutture destinate all’energia pulita. 8 sono nel settore dell’energia elettrica e 9 nel settore del gas.
I finanziamenti per i progetti selezionati provengono dal Meccanismo per collegare l’Europa, il programma dell’UE a sostegno dell’infrastruttura transeuropea.
L’Italia è presente in un solo progetto per lo studio di un gasdotto tra Malta e l’Italia, lo “Studies for Malta-Italy Gas Interconnection: ESIA, marine survey, FEED, EPC tender preparation & financial engineering”, per il quale è stato stanziato un finanziamento di 3,7 milioni di euro.
Di particolare importanza invece il finanziamento di 578 milioni di euro per il progetto di costruzione dell‘interconnessione Francia-Spagna nel Golfo di Biscaglia che permetterà di integrare meglio la penisola iberica nel mercato europeo dell’energia elettrica, raddoppiando la capacità di interconnessione tra i due paesi.
Il Vicepresidente e Commissario europeo per l’Unione dell’energia, Maroš Šefčovič, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Una volta di più abbiamo dimostrato che la cooperazione paga e che l’Unione dell’energia sta diventando una realtà con effetti tangibili sul terreno. Si tratta di progetti importanti con grandi benefici a livello transfrontaliero e, grazie alla loro attuazione, ne uscirà rafforzata la resilienza energetica degli Stati membri dell’UE. Il Meccanismo per collegare l’Europa ha dimostrato ancora una volta il suo enorme valore aggiunto per la modernizzazione dell’economia europea.”
Un passo importante verso l’Unione energetica, per un’economia più pulita e moderna.

Share This