Dopo tre anni dalla sua istituzione, finalmente il Ministro Calenda e il Ministro dell’Ambiente Galletti, in accordo con il Ministro dell’Economia Padoan, il 28 dicembre 2017 hanno firmato il il decreto che costituisce il Fondo Nazionale per l’Efficienza Energetica.
Ad annunciare la firma del tanto atteso decreto attuativo è stato il MISE (l Ministro dello Sviluppo economico). Il Fondo, previsto dal Dlgs 102/2014, è destinato a favorire “il finanziamento di interventi di efficienza energetica realizzati dalle imprese e dalla Pubblica amministrazione su edifici, impianti di teleriscaldamento e processi produttivi”, sarà gestito da Invitalia e sarà pari a 150 milioni di euro e offrirà garanzie e finanziamenti a tasso agevolato promuovendo il coinvolgimento di istituti finanziari e investitori privati, sulla base di un’adeguata condivisione dei rischi.
Il Fondo sarà, inoltre, alimentato con le risorse messe a disposizione dal Ministero dell’Ambiente.
La Corte dei Conti dovrà ora provvedere ad una verifica preventiva, dopodiché il provvedimento verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e sarà operativo entro 60 giorni dall’entrata in vigore con la pubblicazione delle regole applicative per la presentazione delle domande.

Share This