“L’energia eolica dimostra di giorno in giorno di essere una fonte rinnovabile pulita, rispettosa dell’ambiente, in grado di migliorare la bilancia commerciale dei Paesi e di creare posti di lavoro. È inoltre il principale strumento nella lotta ai cambiamenti climatici contro i quali tutti i Paesi si stanno impegnando. È in ballo il futuro dei nostri figli e non possiamo farci sfuggire questa opportunità”.
Questo il commento dell’Anev (Associazione nazionale energia del vento), dopo aver riferito i dati di WindEurope che informano che “il 4 gennaio sono stati prodotti 2.128 GWh di energia pulita, pari al 22,7% della domanda, in grado di coprire i fabbisogni di 160 milioni di famiglie e il 61% della domanda industriale elettrica”. Nuovo record storico per l’eolico europeo.
I cinque Paesi europei che contribuiscono alla maggior produzione di energia eolica sono Germania, Spagna, Francia, Regno Unito e Italia, posizionata al quinto posto nella classifica europea con 113 GWh (14,5 per cento della domanda).
il 2018 sarà un ottimo anno per la produzione eolica italiana, dove ci sono ottime potenzialità per un ulteriore suo sviluppo.
Sempre più realizzabile l’obiettivo di produzione di energia 100% da fonti rinnovabili?

Share This