Il diesel ormai sembra avere gli anni contati.
La casa automobilistica Toyota ha deciso che a partire dal primo gennaio 2018 non venderà più in Italia motori diesel nella sua gamma passenger cars.
Il gruppo giapponese, che ha fatto dell’ibrido il suo cavallo di battaglia negli ultimi 20 anni, ha visto nel 2017 un aumento del 71% della vendita di auto ibride. Un risultato da record ed ha deciso di impegnarsi ulteriormente per diventare il brand della mobilità completamente sostenibile.
Si legge in una nota che la decisione “conferma la volontà di Toyota di portare avanti il processo di elettrificazione delle proprie auto, alla base dell’obiettivo recentemente annunciato di arrivare a vendere entro il 2030, oltre 5,5 milioni di vetture elettrificate l’anno, incluso 1 milione di veicoli a zero emissioni (BEV, FCEV)”.
Dall’1 gennaio dunque, Toyota non vende più vetture diesel in Italia: in gamma resteranno solo quelle ibride (motore termico ed elettrico) e l’offerta a benzina.
Si tratta di una vera e propria svolta green con il chiaro obiettivo di ridurre l’impatto negativo sul territorio e sulla salute delle persone che proviene dalla produzione e dalla circolazione delle auto.
Questione di tempo, l’ addio al diesel sarà lento ma inesorabile considerando poi limiti imposti per la riduzione delle emissioni di polveri sottili che obbligheranno i produttori di auto a puntare sempre di più su motorizzazioni benzina, ibrida, elettrica.

Share This