Sembrerebbe che la velocità di Internet nel 2017 sia aumentata del 30% nel mondo, ma l’Italia com’è messa?
La società americana Akamai ha pubblicato un rapporto sullo stato di Internet relativo all’anno ancora in corso.
Nonostante alcuni trend incoraggianti, il report mostra una discesa nelle classifiche mondiali per l’Italia posizionandosi settantunesima per velocità di connessione a Internet e la ventottesima in area EMEA. Il tutto malgrado il continuo aumento della velocità media di connessione passato da 8,7 nel quarto trimestre dello scorso anno a 9,2 Mbps (+ 6,2%).
L’Italia non fa molti progressi nemmeno sull’adozione della banda larga, nel primo trimestre 2017 l’Italia ha registrato solo il 26% di connessioni superiori ai 10 Mbps mentre la Svizzera, ad esempio, è a quota 75%.
Cinque i Paesi europei che si sono classificati tra i primi dieci per l’adozione della banda larga a 25 Mbps: Norvegia, Svezia, Svizzera, Danimarca e Finlandia.
Parlando di connessione mobile, gli italiani si connettono sempre di più e lo fanno sempre più spesso usando i propri smartphone. Social media, mobile, ma anche fruizione di video. Le persone utilizzano sempre di più questo tipo di contenuti.
Nel 2017 in Italia la velocità media di connessione mobile è cresciuta, raggiungendo i 12,4 Mbps.

 

 

 

Share This