L’impegno di Elon Musk di aiutare a risolvere la crisi energetica in Australia sta dando risultati concreti.
Tesla, come promesso, ha costruito la batteria al litio più grande al mondo che sarà installata  a Jamestown, a 30 chilometri da Adelaide.
Tesla ha collaborato con la società francese specializzata nella produzione di energie rinnovabili Neoen al fine di produrre ed installare tale batteria che dovrebbe contribuire a ridurre la carenza di energia di cui il sud dell’Australia ha recentemente sofferto.
Una maggior sicurezza energetica per tutti i residenti del paese.
La batteria da 100 megawatt, che sarà funzionante da dicembre, potrebbe essere il primo passo affinché l’Australia diventi una centrale elettrica a energia rinnovabile.
Il premier dell’Australia del Sud, Jay Weatherill, che affermato in una nota che il progetto “invia un messaggio chiaro al resto del mondo: l’Australia del Sud sarà leader nelle energie rinnovabili”, “un’enorme quantità di lavoro è stata dedicata alla realizzazione di questo progetto in così poco tempo.”
“Sarà tre volte più potente di qualsiasi altra cosa sulla terra”
ha promesso Tesla in un articolo sul blog ufficiale, annunciando pubblicamente di aver ottenuto l’incarico attraverso un bando lanciato dal governo australiano ed ha promesso di installarla entro 100 giorni dalla firma del contratto, altrimenti verrà consegnata gratuitamente.
La batteria verrà caricata utilizzando le pale eoliche della vicina centrale di Hornsdale, fornendo maggiormente energia durante le ore di picco.
Un lavoro imponente che metterà fine all’incubo black out in Australia del sud.

Share This