Per una sostanziale diffusione delle auto elettriche è di fondamentale importanza riuscire a rendere disponibile l’accesso all’energia per la ricarica di tali veicoli.
Dal 28 gennaio 2017 è in vigore il decreto legislativo 16 dicembre 2016, n. 257 recante “Disciplina di attuazione della direttiva 2014/94/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di una infrastruttura per i combustibili alternativi.”
A decorrere dal 18 novembre 2017, ai sensi dell’articolo 4, comma 5 del D. Leg.vo 257/2016 I punti di ricarica per i veicoli elettrici dovranno essere conformi alle seguenti specifiche tecniche:
Punti di ricarica di potenza standard per veicoli a motore.
I punti di ricarica di potenza standard a corrente alternata (AC) per veicoli elettrici sono muniti, a fini di interoperabilità, almeno di prese fisse o connettori per veicoli del tipo 2, quali descritti nella norma EN62196-2. Mantenendo la compatibilità del tipo 2, tali prese fisse possono essere munite di dispositivi quali otturatori meccanici.
Punti di ricarica di potenza elevata per veicoli a motore.
I punti di ricarica di potenza elevata a corrente alternata (AC) per veicoli elettrici sono muniti, a fini di interoperabilità, almeno di connettori del tipo 2, quali descritti nella norma EN62196-2. I punti di ricarica di potenza elevata a corrente continua (DC) per veicoli elettrici sono muniti, a fini di interoperabilità, almeno di connettori del sistema di ricarica combinato «Combo 2», quali descritti nella norma EN62196-3.

 

Share This