Il 23 Ottobre scorso, in occasione del vertice dei sindaci del network C40 a Parigi, Londra, Barcellona, Quito, Vancouver, Città del Messico, Copenaghen, Seattle, Città del Capo, Los Angeles, Auckland e Milano (in cui da più di una settimana la concentrazione di polveri sottili ha superato i 100 µg/m³) hanno firmato un accordo anti-smog in cui si impegnano ad effettuare una profonda transizione energetica dicendo addio alle energie fossili, come il carbone, entro il 2030.
‘Togheter4Climate’, il network composto da 91 metropoli mondiali presieduto attualmente dalla sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, che appena due settimane fa espresse la volontà di far scomparire l’auto a benzina dalla capitale di Francia entro il 2030.
Dodici metropoli mondiali unite contro l’inquinamento, dodici città decise a trovare soluzioni per garantire salubrità ai propri territori, trasformando una ‘parte importante’ delle loro città in territori a zero emissioni.
I sindaci si sono impegnati all’attuazione di politiche incentrate sulla persona, promozione di un massimo di spostamenti ‘soft’, a piedi o in bicicletta nonché sviluppo di trasporti pubblici sostenibili, taglio del numero delle auto più inquinanti e abbandono progressivo entro il 2030 dei veicoli a combustione fossile.
Una nuova sfida per lottare contro i cambiamenti climatici e l’inquinamento.

Share This