Il 6 ottobre entrerà in funzione a Bergamo, per l’esattezza a Ponte San Pietro, il più grande data center campus d’Italia: Il Global Cloud Data Center di Aruba.
A due passi dal Parco Faunistico delle Cornelle, Aruba apre il nuovo mega data center, 218mila mq per 500 posti di lavoro, completamente ecologico e dotato delle più moderne tecnologie.
L’obbiettivo dell’azienda leader nei servizi di web hosting, è quello di andare incontro alle esigenze di colocation e di gestione d’infrastrutture IT delle aziende italiane, straniere e della Pubblica Amministrazione. Sarà uno snodo essenziale per la circolazione delle informazioni.
“Creando il nostro terzo data center in Italia abbiamo risposto all’esigenza dei nostri clienti che ci chiedevano una struttura che fosse grande tanto da dare spazio alla loro crescita futura e alla nostra esigenza di crescita in ambito cloud. Abbiamo concepito Global Cloud Data Center per non avere limiti di spazio, risorse e di consumi realizzando completamente ecosostenibile” spiega l’amministratore delegato Stefano Ceccon.
Per alimentare questo data center verrà infatti utilizzata solo energia proveniente al 100% da fonti rinnovabili, una centrale idroelettrica e un impianto fotovoltaico. Il sistema di raffreddamento sarà invece di tipo geotermico ad altissima efficienza.
Il Global Cloud Data Center sarà inoltre collegato con i principali carrier nazionali e internazionali e dispone di un’infrastruttura dark fiber che prevede un doppio percorso verso il Caldera Business Park di Milano, con capacità di trasporto pressoché illimitata.

Share This