Il costo maggiore per le compagnie aeree è il combustibile. Qual’è il modo più semplice per ridurne i costi? Non usarlo affatto. In che modo? Grazie alle rinnovabili.
È proprio questa l’ambizione di Wright Electric, una startup statunitense con sede in Massachusetts che sta lavorando al progetto di un aereo di linea, adibito al trasporto di 150 persone, senza serbatoio per il carburante, alimentato da batterie elettriche capace di percorrere 500 chilometri. Potrebbe sembrare poco ma questa distanza rappresenta circa il 30% di tutto il traffico aereo.
“Wright One” questo il nome del futuristico aereo che dovrebbe decollare tra una decina d’anni. Questo il tempo stimato per la sua realizzazione.
La soluzione promette diversi vantaggi, non a caso ha già attirato l’interesse delle compagnie aeree, prima fra tutti EasyJet.
“Deve essere un passaggio veloce, che consente alle compagnie di mantenere in aria il più possibile i propri aerei“, ha spiegato Jeff Engber, cofondatore della Wright Electric.
Un progetto certo ambizioso che molto si basa sul grande sviluppo tecnologico delle batterie. Per far volare “Wright One” servirebbe una capacità energetica di circa 12mila kilowatt (7,500 occorrono solo per l’alimentazione del motore). Ad oggi, però, non esistono ancora batterie capaci di garantire una tale potenza.
Un aereo capace di solcare i cieli alimentato elettronicamente ridurrebbe dell’80% le emissioni di gas serra, sarebbe una soluzione ecosostenibile di enorme impatto.

Share This