A Dubai, e per l’esattezza a Zabeel Park e sulla spiaggia vicino Burj Al Arab, sono state installate delle speciali palme fotovoltaiche che producono energia pulita permettendo di ricaricare smartphone e tablet e di dare informazioni meteo aggiornate e annunci locali.
Questi alberi artificiali di sei metri di altezza e ricoperti da 1,30 mq di pannelli fotovoltaici situati al di sopra delle “foglie”, non fanno solo ombra ma fungono da hotspot Wi-Fi gratuito.
Su ogni albero ci sono otto punti di ricarica. In media ogni giorno circa 260 tra bagnanti e visitatori utilizzano questo servizio che ha una portata di 53 metri.
Queste palme ad alto contenuto tecnologico possono generare circa 7,2 ore kilowatt al giorno. Comprensibilmente sono dotati anche di schermi e telecamere di sicurezza.
La società che le produce prevede di piantarne altre 103 in altre spiaggie di Dubai nel corso dei prossimi 12 mesi.
Questo progetto chiamato “Smart Palm” è una delle numerose iniziative che fanno parte della spinta di Dubai per supportare una green economy.
In un paese dove l’88 per cento della popolazione utilizza i cellulari per accedere a Internet, la Smart Palm ha già molti fan.

Share This