Da tempo si esplora la possibilità di usare pannelli fotovoltaici talmente trasparenti da poter sostituire le vetrate delle finestre delle case e degli edifici, integrando il fotovoltaico in un modo diverso dai soliti pannelli.
Un gruppo di ricerca del Los Alamos National Laboratory (Usa) ha confermato che questa possibilità non solo esiste, come altre ricerche avevano dimostrato, ma è scalabile.
Hanno inventato una tecnologia che si basa sui concentratori solari luminescenti (LSC) costituiti da fluorocromi capaci di assorbire la luce solare che arriva sulla superficie e trasformarla in energia elettrica.
Tutto ciò consentirebbe l’ utilizzo ottimale della luce del sole, riducendo i costi di energia e conseguentemente le emissioni di CO2, e mantenendo la peculiarità estetica dell’edificio.
I vetri fotovoltaici riusciranno a generare energia elettrica meno efficientemente rispetto l classico fotovoltaico
ma fanno ben sperare nella diffusione di una tecnica di generazione di energia rispettosa dell’ambiente.

Share This