Il 7 novembre 2016 si è finalmente completata la fusione di Wind e 3 Italia.
Entrambi gli operatori, infatti, sono adesso guidati dalla nuova joint-venture nata dalla fusione di CK Hutchison, maggior azionista di 3, e VimpelCom, maggior azionista di Wind.
Da questa transazione nascerà il gestore italiano più forte per numero di clienti, migliorando l’infrastruttura di entrambi gli operatori.
La totale integrazione delle due società inizierà solo nel 2017 e durerà almeno fino alla fine del 2019. Alla reale unificazione tra i due operatori manca, dunque, davvero molto poco. Nel frattempo i clienti di Wind e 3 Italia potranno beneficiare gratuitamente del roaming offerto dall’altro gestore.
Non è previsto alcun cambiamento per i piani tariffari già attivi mentre i clienti Wind avranno a disposizione una rete LTE più stabile e veloce.
“Oggi è un grande giorno per lo sviluppo dell’economia digitale in Italia – commenta Canning Fok, Co-Managing Director di Ck Hutchison – Questa operazione non solo darà vita ad un operatore nuovo e competitivo, ma genererà investimenti significativi che guideranno lo sviluppo dell’infrastruttura digitale del Paese”.

Share This