Recentemente si è svolto il 23° World Energy Congress in cui è stato presentato il World Energy Scenarios 2016 in cui 70 esperti provenienti da oltre 25 paesi i quali dopo tre anni di indagine hanno redatto un documento in cui si prospettano tre possibili scenari per il settore energetico: Modern Jazz, Unfinished Symphony e Hard Rock. Rappresentano tre traiettorie distinte per il settore energetico per il 2060.
Quest’analisi è stata possibile grazie alla collaborazione con Accenture Strategy e il Paul Scherrer Institute.
Questo report sottolinea un sostanziale aumento della richiesta di energia elettrica entro il 2060, si stima più del doppio della richiesta attuale.
I prossimi decenni saranno caratterizzati da profonde trasformazioni, in modo particolare un massiccio incremento di tecnologie votate all’efficienza energetica.
Lo sviluppo di efficienza energetica ed energie rinnovabili vedrà un notevole incremento.
La richiesta di energia proveniente dal solare e l’eolico, che attualmente rappresentano circa il quattro per cento della produzione di energia, vedrà un grosso aumento, arrivando a coprire insieme rispettivamente il 30% e 39% della produzione elettrica mondiale entro il 2060.
Prevista anche una diminuzione dell’uso dei combustibili fossili, mentre il petrolio continuerà a svolgere un ruolo significativo soprattutto nel settore dei trasporti.
Il report offre un amaro presagio riguardo l’incremento della CO2 in atmosfera, dovuto l’aumento della popolazione mondiale unito a una diffusa crescita economica.
Il report sottolinea l’importanza di mantenere l’aumento della temperatura globale nell’ordine massimo dei due gradi, richiedendo tassi annuali di riduzione delle emissioni di gas serra di un minimo del 3%.

Share This