Raccogliere l’elettricità prodotta di giorno dal fotovoltaico per renderla disponibile la sera e la notte è il modo migliore per sfruttare al massimo il proprio impianto e per aumentare l’autonomia dalla rete elettrica. Le batterie per il fotovoltaico servono ad aumentare la quota di autoconsumo, e quindi di risparmio, anche su parte dei consumi serali o notturni.

BOSH, SMA, PANASONIC, ABB SOLAR E TESLA sono considerati tra le migliori marche di accumulatori per fotovoltaico.

Le batterie per l’accumulo dell’energia vengono prodotte con una vasta gamma di tecnologie costruttive riconducibili generalmente alle seguenti tipologie:

  • Batterie di accumulo al Piombo – acido (a vaso aperto, ermetici e con elettrolita in gel)
  • Batterie di accumulo agli Ioni di litio (li-ion) tra cui:ossido di litio-cobalto, litio-fosforo, litio-manganese, litio-ossido di nichel, litio- ferro-fosfato
  • Batterie di accumulo al Nichel- metallo – idruro (NiMH)
  • Batterie di accumulo al Nichel- cadmio (NiCd)
  • Batterie di accumulo con Tecnologie ad alta temperatura (es. ZEBRA al nichel-cloruro di sodio)

Il mercato degli accumulatori  per il fotovoltaico è ancora un mercato relativamente giovane in Italia e per questo abbastanza costoso e con poca concorrenza. I prezzi d’acquisto sono tuttora ancora abbastanza elevati ma si stima che il costo delle batterie di accumulo si dimezzerà nei prossimi tre.

E’ importante ponderare bene costi e benefici di un sistema di accumulo considerando anche che le batterie possono avere un numero limitato di “cicli di ricarica”.

 

Share This